Il gioco è vietato ai minori di anni 18 e può provocare dipendenza patologica. Probabilità di vincita su www.aams.it.

Pronostici Antepost Premier League 2018/2019

Pronostici antepost Premier League: vincente e capocannoniere 2018-2019 – Ecco i pronostici Antepost Premier League stagione 2018-2019, con quote antepost su vincente, capocannoniere e retrocessione. Scopri statistiche, acquisti e cessioni di calciomercato, cambi di panchina e tutto ciò che c’è da sapere sulla prossima Premier League inglese, la più affascinante degli ultimi anni.

PRONOSTICI ANTEPOST PREMIER LEAGUE: quote 2018 – 2019

LE BIG:

ARSENAL:

Dopo 21 anni è finita l’era di Wenger nei Gunners ed al suo posto è stato scelto Emery, ex Siviglia e Psg, anche se in Francia non ha lasciato un ottimo ricordo. Dal mercato sono arrivate due conoscenze del campionato italiane, Luca Torrerira (c) dalla Sampdoria e Stephan Lichtsteiner (d) dalla Juve e Leno (p) e Sokratis dalla Bundesliga.
Dopo il 6° posto dello scorso anno e quindi la mancata qualificazione in Champions League, i Gunners devono punare più in alto quest’anno e per quanto riguarda le cessioni, c’è stata solo la partenza di Wilshere sponda West Ham.

CHELSEA:

Anche nei blues c’è stato un cambio alla guia tutto nel segno del tricolore italiano, infatti è stato esonerato Antonio Conte ed è stato preso l’ex Napoli Maurizio Sarri. Dopo lo scorso 5° posto e quindi la mancata qualificazione in Champions League, i blues sono chiamati a fare decisamente di più, ma dal mercato per ora si registra solo l’acquisto dell’ex Napoli jorginho (c), anche se ci sono varie trattative in corso, tra cui l’intreccio con la Juve Per portare Higuain (pupillo di Sarri) e Rugani (d). Da monitorare c’è anche il mercato in uscita con la possibile partenza di Eden Hazard, infatti il fantasista belga sembra essere nel mirino del Real.

LIVERPOOL:

Reds che hanno chiuso lo scorso anno con un 4° posto e la finale di Champions League persa contro il Real Madrid, probabilmente anche a causa del vecchio portiere Karius che è stato sostituito con Allison, l’ex Roma che è diventato il portiere più pagato nella storia del calcio, ben 62,5 milioni di euro. Oltre al brasiliano però il Liverpool si è rinforzato tanto, comprando anche Keita (c) dal Lipsia, Fabinho (c) dal Monaco e Shaqiri (a) dallo Stoke. In uscita c’è da registrare solo la perdita a 0 del tedesco Emre Can, passato alla Juventus.

MANCHESTER CITY:

I campioni in carica del City proveranno nuovamente a conquistare il titolo partendo sicuramente da favoriti, ma a differenza degli scorsi anni dove facevano varie spese folli sul mercato, quest’anno hanno preso “solo” Mahrez dal Leicester per 68 milioni di euro e non hanno ceduto alcun giocatore di rilievo. Per Pep Guardiola la squadra potrebbe esse competitiva già così anche per lottarsela in Champions.

MANCHESTER UNITED:

Dall’altra sponda di Manchester, Mourinho richiama i suoi big dalle vacanze, affermando che “altrimenti siamo fregati”, non proprio il migliore degli inizi. Il mercato ha visto gli arrivi di Fred (c) dallo Shakhtar e Dalot (d) dal Porto, mentre in uscita il difensore Blind.

TOTTENHAM:

Alla fine Pochettino sembra essere rimasto alla guida degli Hotspur, dopo le insistenti voci di mercato che lo volevano al Real Madrid ad inizio estate. L’anno scorso ha espresso davvero un buon calcio ed in Champions si sono schiantati solo di fronte un muro chiamato Juve. Dal mercato non si registra alcun arrivo ma soprattutto nessuna partenza, con i suoi gioiellini blindati (vedi Kean o Dele Alli).

LE OUTSIDER:

EVERTON:

Nella panchina delle Toffees Marco Silva sostituisce Allardyce dopo un’annata veramente molto deludente, con un 8° posto che non consente neanche i preliminari di Europa League.
Dal mercato è arrivato Richarlison, ala sinistra dal Watford per 45 milioni di euro e Lucas Digne terzino dal Barcellona, mentre sono stati venduti Klaassen (c) e Mori (d).

WEST HAM:

Cambio di pilota per il West Ham con Pellegrini che sostituisce Moyes ed un mercato che non sembra niente male e per questo la pongo fra le migliori squadre inglesi. Sono infatti arrivati Felipe Anderson dalla Lazio, Diop dal Tolosa e Yarmolenko dal Borussia Dortmund.

LEICESTER:

Dopo la storica vittoria della Premier League nel 2016, le Foxes hanno sempre viaggiato nella metà classifica del campionato inglese e l’anno scorso non sono stati da meno, con un 9° posto abbastanza deludente.
Dal mercato è arrivato Maddison per 25 milioni dal Norwich e poi Pereira, Ward ed Evans.

LE NEOPROMOSSE:

WOLVES:

Il Wolverhapton ha speso tanti e soldi in questa estate, forse anche bene! Sono infatti arrivati Moutinho dal Monaco, Rui Patricio dallo Sporting Lisbona e Raul Jimenez dal Benfica. Senza dimenticare i 14 milioni spesi per Jota (ala dell’Atletico), i 12 spesi per Boly (difensore del Porto) e gli 11 sborsati per Afobe (attaccante del Bournemouth).

CARDIFF:

Il Cardiff, invece, ha comprato solo Smithies (p), Cunningham (d), B.Reid (trq) e Murphy (a). In pratica giocherà con la stessa squadra che è arrivata 2^ con 90 punti nella scorsa Serie B inglese…perdendo ben 7 volte in trasferta!

FULHAM:

Infine i Cottagers, che sono qui dopo essere finiti terzi nella scorsa Championship ed aver vinto i play-off promozione! Tuttavia il Fulham ha fatto del suo meglio per conservare la categoria, investendo tantissimi soldi nel calciomercato estivo. Dal Nizza sono arrivati sia Le Marchand (p) che il buon Seri…un centrocampista pagato 30 milioni di euro! Tra i pali sarà quindi ballottaggio col nuovo Fabri (costato 5 milioni dal Besiktas) ed in difesa ci saranno anche Chambers (Arsenal) e Mawson (Swansea), due giocatori giovani ma abbastanza esperti in Premier. Infine l’attacco potrà contare su uno Schurrle ancora “fresco” (sembra mio nonno, ma ha 27 anni) e sul buon Mitrovic (ex Newcastle), il bomber della Serbia!

Tutto il resto è…(para)noia!

PRONOSTICI ANTEPOST PREMIER LEAGUE: retrocessione e ultima in classifica

Ottima quota quindi per la retrocessione del Wolves (quota 8.00 sulla Snai). Ok, ha stra-vinto la scorsa Championship…ma la Premier è un’altra storia! Che se ne torni pure da dove è arrivato! Secondo i bookmakers, tuttavia, le favorite per retrocedere sono Fulham, Brighton (entrambe a quota 3.10), Watford (3.15) e Burnley (4.75). Sembrano invece già spacciate Huddersfield (2.00) e soprattutto il povero Cardiff (1.60)…che secondo le agenzie di scommesse ha già un piede nella fossa! Guardando la classifica della scorsa Premier, però, non posso fare a meno di notare il Southampton in quartultima posizione…salvo per miracolo soltanto grazie all’incredibile crisi dello Swansea!

  • CARDIFF ultimo in classifica (quota 1.60)
  • SOUTHAMPTON retrocede in Championship (6.00)
  • WOLVES retrocede in Championship (quota 8.00)

PRONOSTICI ANTEPOST PREMIER LEAGUE: vincente “scudetto” 2019

Otto degli ultimi 12 anni hanno visto la città di Manchester in festa (5 per lo United del mitico zio Ferguson e solo 3 per i “nuovi” Citizens), ma il Chelsea ha vinto 2 scudetti negli ultimi 4 anni. L’annata buona è sempre stata seguita da una fallimentare, con Mourinho prima e con Conte poi. Quindi questo dovrebbe essere l’anno giusto…con l’arrivo del pazzo Sarri sulla panchina dei Blues? L’Arsenal (che non vince da più di 15 anni) non mi convinceva con Wenger (sempre morto a Capodanno)…figuriamoci ora con Emery, un emerito…! Il Leicester ha sorpresi cani e porci (ma soprattutto i bookmakers) nel 2016, ma resta un caso isolato: ci sono poche sorprese in Inghilterra.

Per esempio due top club come Tottenham e Liverpool non vincono un titolo da una vita, nonostante alcune stagioni  brillanti ultimamente. Gli Spurs mi stanno simpatici, ma – proprio come Klopp (il tecnico del Liverpool)…hanno troppa sfiga!

In conclusione il City – mistero 100 punti  – parte stra-favorito (quota 1.67), quasi come la Juve in Italia! A seguire ci sono proprio i Reds (quota 4.25), che pochi mesi fa perdevano Salah e finale di Champions League! Lo United ha una cifra tonda (quota 10)…ma c’è ancora qualcuno che ama Mourinho, interisti a parte? Il Chelsea di Sarri (quota 16) è una bella scommessa ed anche Spurs (18) e Gunners (22) hanno buone quote alla vigilia di questa Premier. Onestamente non mi piace scommettere su una favorita 9 mesi prima del parto e devo quindi tifare per il Chelsea…che non disputerà nemmeno la Champions! Sarri farà sicuramente turnover in Europa League, concentrando tutti gli sforzi sul suo primo campionato fuori dall’Italia!

CHELSEA vincente Premier League 2018-2019 (quota 16)

PRONOSTICI ANTEPOST PREMIER LEAGUE: capocannoniere

Infine, ma non per ultimo…il “mercato” più interessante e divertente! Ci sono tantissimi top-player in questa Premier ed è davvero difficile capire chi sarà il “top-scorer” di questa edizione.

Difficilmente Salah (quota 6) riuscirà a ripetere l’epica stagione scorsa e dovrà spartirsi i goal con Firmino (25) e Manè (40). Stesso discorso per il tandem Hazard-Morata (entrambi a quota 30) e per la coppia del City. Il giovane Gabriel Jesus è infatti quotato al doppio (18) del veterano Aguero (9)…che però fece il panchinaro la scorsa stagione con Guardiola! Lacazette (25), Sanchez (30) e Sterling (50) sono più “seconde” punte, mentre Giroud e Vardy (entrambi in lavagna a 40) non mi hanno mai emozionato. Ce ne sarebbero tanti altri da menzionare, da un Aubameyang ridicolmente quotato a 7 ad un Benteke che schizza incredibilmente a 100, ma ho due preferiti in questo antepost.

Solitamente Mourinho firmerebbe per l’1-0, ma è chiaro a tutti chi sarà l’ariete dell’attacco dei Red Devils: Romelu Lukaku, ovviamente. Infine il Tottenham ha sempre tanti ottimi trequartisti, ma chi finalizza l’azione è sempre Harry Kane…che ha già vinto questo magico titolo di capocannoniere in Premier League!

  • HARRY KANE capocannoniere (quota 3.50)
  • ROMELU LUKAKU capocannoniere (9.00)

(introduzione a cura di Polinomio, pronostici di Wilo)

Tagged with:

Lascia un commento

Il sito non è aggiornato con alcuna periodicità e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile dei commenti pubblicati dagli utenti. Le immagini inserite sono tratte da Internet, quindi considerate di pubblico dominio.