Il gioco è vietato ai minori di anni 18 e può provocare dipendenza patologica. Probabilità di vincita su www.aams.it.

Pronostico Giro d’Italia 2017 (antepost)

Pronostico Giro d’Italia – Ecco il pronostico Giro d’Italia 2017, con tutte le quote antepost ed i consigli per scommettere sul 100° Giro d’Italia (ciclismo). Scopri statistiche e consigli sulla corsa ciclistica più attesa dell’anno. A quanto è quotato Nibali? Leggi i nostri consigli per scommettere sul Giro d’Italia, dal 5 al 28 maggio 2017.

PRONOSTICO GIRO D’ITALIA (2017)

Prima dei pronostici del 100° giro d’Italia, un doveroso “cappello” al mitico Michele Scarponi, morto lo scorso 22 aprile mentre si allenava per il giro. Scarponi, capitano dell’Astana, aveva vinto il Giro nel 2011 ed ha fortemente contribuito agli ultimi successi di Nibali (memorabile la sua scalata al Giro del 2016, vinto poi dall’amico Nibali). Lui era un’altruista, un grande scalatore, un uomo simpatico a tutti, un vincente a 37 anni. Quattro giorni prima del fatale incidente camion-bici, aveva infatti vinto la prima tappa del Tour of the Alps. Ci mancherai Scarpa, vola in alto Aquila! Il Giro ha deciso di ricordarlo il 23 maggio, con il Mortirolo che diventa la “salita Scarponi”.

LE MAGLIE DEL GIRO D’ITALIA

  • MAGLIA BIANCA: La vince il 1° trai giovani, magari un debuttante (deve avere meno di 25 anni).
  • MAGLIA CICLAMINO: La vince il 1° nella classifica a punti, quasi sempre un velocista.
  • MAGLIA AZZURRA: La vince il 1° nei Gran Premi di Montagna, cioè il miglior “scalatore” del Giro, colui che conquisterà più bonus e punti sulle cime.
  • MAGLIA ROSA: La vince il vero campione, colui che riuscirà a completare tutte le tappe nel minor tempo possibile (1° nella classifica generale).

ITINERARIO

Il 100° Giro d’Italia si snoda per oltre 3.500 km, da percorrere in 21 tappe (con 3 giorni di riposo). Saranno 6 i “tapponi” di Montagna, altre 6 tappe per velocisti, 7 di media montagna e 2 crono individuali. La Tappa più lunga sarà la Forlì-Reggio Emilia (237 km), quasi il doppio della più corta (131 km per la Castellania-Oropa).

Il 100° Giro d’Italia partirà dalla Sardegna (Alghero-Olbia il 5 maggio), passerà dalla Sicilia di Nibali (Messina inclusa), risalirà tra Calabria e Puglia (prima volta ad Alberobello). Quindi attraverserà la Majella (Abruzzo) e l’Umbria (Foligno-Montefalco). Sono inoltre previsti diversi “tributi” al passato come la partenza da Ponte a Ema (dove nacque Bartali, in Toscana) e l’arrivo a Tortona (dove morì Coppi, in Piemonte). Suggestive anche la “Montagna Pantani” (Santuario di Oropa) e la “Cima Coppi”, cioè il punto più alto che toccheranno i ciclisti (il solito Passo delo Stelvio, con i suoi 2.758 di altitudine). Il 15° giorno si passa in Lombardia (arrivo a Bergamo il 21 maggio), dove il 28 maggio si conoscerà il vincitore (traguardo a Milano). Si passerà anche dal Veneto (Asiago), nel Friuli-Venezia Giulia (Pordenone e Piancavallo), in Trentino (Moena, Canazei, Ortisei e San Candido) e Svizzera (sul Giogo di Santa Maria, nella Rovetta-Bormio).

STORIA E STATISTICHE DEL GIRO D’ITALIA

  • Le prime 32 edizioni furono tutte vinte da italiani. Di fatti 69 edizioni su 99 sono finite sventolando il tricolore (con podio tutto azzurro in 1/3 dei casi)!
  • 15 delle ultime 20 edizioni sono state vinte da ciclisti italiani, da Pantani a Cunego, fino a Scarponi, passando per Gotti, Simoni, Savoldelli, Basso e Nibali…che l’hanno tutti vinto 2 volte!
  • La recente storia del Giro sorride anche a spagnoli (Contador l’avrebbe vinto 3 volte, senza la squalifica del 2011) e colombiani (sempre sul podio nelle ultime 4 edizioni).
  • Corsa invece maledetta per francesi (1 solo podio negli ultimi 26 anni) ed inglesi (mai vincenti qui e con 1 solo piazzamento all’attivo).
  • Per trovare 2 successi di fila bisogna invece tornare fino a Indurain (92-93) ed al 5 volte campione Merckx (anni ’70).
  • Tuttavia resteranno per sempre nella Storia le gesta eroiche di Fausto Coppi (5 titoli e 2 secondi posti) e Gino Bartali (3 successi e 4 secondi posti), oltre a quelle di Binda (che sfiorò 5 titoli di seguito).

I GIOVANI

  • BOB JUNGELS, lussemburghese della Etixx-Quick Step, ha 24 anni ed ha vinto l’ultima maglia bianca del Giro d’Italia (indossando anche la rosa per 3 giorni). Nel 2016 ha anche vinto il Mondiale di cronometro a squadre ed è quindi il favorito trai giovani.
  • DAVIDE FORMOLO, italiano della Cannondale, ha 24 anni ed un grande talento. Nel 2015 fu il 2° miglior giovane del Giro d’Italia e l’anno scorso fu il più giovane a concludere il Tour de France (9°).
  • GIULIO CICCONE, italiano della Bardiani, è reduce da un brutto infortunio, ma fa parte del team più giovane che parteciperà a questo Giro.
  • JAKUB MARECZKO, italo-polacco della Wilier Triestina, ha appena compiuto 23 anni ed è un velocista. Vanta già diversi successi, ma si è ritirato alla 5^ tappa al suo 1° Grande Giro (l’ultimo).
  • ADAM YATES, capitano inglese della Orica-Scott, ha 25 anni e questo sarà il suo 4° Grande Giro (il 1° in Italia). L’anno scorso ha sfiorato il Podio in Francia (4° al Tour), vincendo comunque la classifica giovani.

I VELOCISTI

  • FERNANDO GAVIRIA, colombiano della Quick Step Floors, è un giovane talento, ma troppo inesperto per il 100° giro (sarà la sua prima corsa di 3 settimane, a soli 22 anni).
  • Anche CALEB EWAN, australiano della Orica-Scott, ha soli 22 anni e finora non ha mai vinto una tappa del Giro d’Italia (solo 1 partecipazione finora)
  • ANDRE’ GREIPEL, tedesco della Lotto-Soudal, è invece trai velocisti più esperti. Ha tagliato il traguardo per primo in 6 tappe del giro d’Italia, ma ormai ha 34 anni ed avrà bisogno di alcuni giorni per arrivare al “top” della forma.
  • ELIA VIVIANI, italiano del Team Sky, sembra invece una buona scommessa. Il campione Olimpico non è certo fortunato (7 secondi posti in stagione), ma ha dichiarato di voler partire forte e per lui sarebbe ovviamente un sogno vincere la 1^ tappa.
  • GIACOMO NIZZOLO, italiano della Trek-Segafredo, ha vinto le ultime due Classifiche a Punti del Giro d’Italia, ma non ha mai vinto una tappa al Giro ed è reduce da un brutto infortunio, che tiene in forte dubbio la sua condizione fisica. La Snai quota a 3.50 la sua probabile vittoria della Maglia Ciclamino, proprio come per Sacha Modolo e Fernando Gaviria.

GLI SCALATORI

  • THIBAUT PINOT, capitano francese della FDJ, non ha mai corso al Giro d’Italia, ma nel 2014 concluse 3° nel Tour de France, conquistando anche la maglia bianca come miglior giovane. Fabio Aru, grande assente, ha detto che Pinot (non il vino) potrebbe sorprendere tutti.
  • DOMENICO POZZOVIVO, capitano italiano dell’AG2R, ha invece partecipato a 10 Giri d’Italia, avendo 35 anni. Il suo corpo esile sembra agevolarlo soprattutto in salita, ma forse ha vinto meno di quanto meritasse nella sua carriera.
  • MIKEL LANDA, capitano spagnolo della Sky, ha 27 anni ed è un ottimo scalatore. Nel 2015 finì 3° al Giro d’Italia, vincendo 2 tappe di fila…ovviamente in Montanga (incluso il Mortirolo). L’Italia sembra portargli bene…
  • GIANLUCA BRAMBILLA, italiano della Etixx-Quick Step, si è tolto diverse soddisfazioni all’età di 30 anni. Ha infatti vinto una tappa alla Vuelta ed ha indossato la mitica maglia rosa per un paio di giorni nell’ultimo Giro d’Italia!
  • PIERRE ROLAND, francese della Cannondale, ha 31 anni, ma finora ha partecipato ad un solo Giro d’Italia (8 volte al Tour de France, entrando 3 volte nella top ten). Nel 2011 vinse la classifica giovani proprio al Tour.
  • STEFANO PIRAZZI, italiano della Bardiani, ha 31 anni e questo sarà il suo 7° Giro d’Italia. Nel 2014 ha vinto la sua unica tappa ad un grande Giro, mentre l’anno prima aveva vinto la classifica degli scalatori.
  • FRAILE OMAR, spagnolo della Team Dimension Data, ha 26 anni ed è considerato il favorito per vincere la maglia azzurra. Infatti la Snai lo quota a 8.00, così come Landa, Quintana, Rolland e Foliforov.

I FAVORITI DEL GIRO D’ITALIA

  • NAIRO QUINTANA, 27enne colombiano capitano della Movistar ha vinto il Giro nel 2014, l’ultima Vuelta a Espana e si è piazzato sul podio in 3 degli ultimi 4 Tour de France! Infatti è il favorito numero 1, secondo tutti i bookmakers!
  • VINCENZO NIBALI, 32enne italiano capitano della Bahrain-Merida, ha già vinto tutti i Grandi Giri: nel 2010 ha alzato le braccia in Spagna, nel 2013 in Italia, l’anno dopo in Francia e l’anno scorso di nuovo al Giro. Lo Squalo avrà il tifo di tutti noi italiani, durante la 100^ edizione di questo Giro!
  • ALEJANDRO VALVERDE, spagnolo della Movistar, ha vinto 1 solo Grande Giro nella sua carriera (nel 2009 in patria) e sembra più specializzato nel “bronzo”: infatti è arrivato 3° in Spagna sia nel 2013 che nel 2014, poi nel 2014 in Francia e l’anno scorso in Italia. Ha appena compiuto 37 anni.
  • STEVEN KRUIJSWIJK, olandese della Lotto NL-Jumbo, ha sfiorato la vittoria del Giro l’anno scorso (4° posto), ma a 2 giorni dal traguardo è caduto in discesa…dopo essere stato in testa alla Classifica Generale per un’intera settimana! A quasi 30 anni, avrà certamente voglia di vendetta.
  • GERAINT THOMAS, inglese del team Sky, ha contribuito al successo di Frome all’ultimo Tour, dove da 2 edizioni si piazza al 15° posto. Finora ha partecipato soltanto 2 volte al Giro d’Italia, con scarsi risultati (80° e 118°).
  • TOM DUMOULIN, olandese della Sunweb, è molto veloce, ma ha dimostrato dei limiti sia in salita che in discesa. Comunque ha vinto un paio di tappe all’ultimo Tour de France ed ha vestito la maglia rosa per un’intera settimana all’ultimo Giro d’Italia. Per questa 100^ edizione si è preparato in montagna.
  • IL’NUR ZAKARIN, russo della Katusha, ha apertamente detto di puntare alla top 5, ma è caduto sia allo scorso Giro (era 5° a 2 giorni dalla fine) che alla recente Vuelta catalana. E’ abbastanza veloce, ma forse troppo alto (quasi 1.90).
  • TEJAY VAN GARDEREN, americano della BMC, non ha mai partecipato al Giro, ma il percorso sembra abbastanza adatto al suo stile. L’americano è al massimo arrivato 5°, due volte al Tour de France. Si è ritirato in 3 degli ultimi 4 grandi giri.
  • BAUKE MOLLEMA, olandese della Trek-Segafredo, torna al giro dopo 7 anni e si è detto spaventato dalla difficoltà altimetrica di questo percorso. Ha già partecipato a 10 grandi giri, ottenendo buoni risultati nel complesso.
  • Infine vale la pena di ricordare il colombiano Rigoberto Uran (2 volte 2° al Giro) e l’italiano Cunego (quotato a 501), che al massimo punterà a qualche gran premio di montagna.

LE SQUADRE DEL 100° GIRO

AG2R la Mondiale, FDJ (Francia), Astana Pro Team (Kazakistan), Bahrain-Merida (Bahrain), Wilier Trisetina-Selle Italia, Bardiani CSF (Italia), Bora-Hansgrohe, Team Sunweb (Germania), Cannondale Drapac Professional Cycling Team, BMC Racing Team, Trek-Segafredo (Stati Uniti), CCC Sprandi Polkowice (Polonia), Gazprom-Rusvelo (Russia), Lotto-Soudal, Quick-Step Floors (Belgio), Movistar Team (Spagna), Orica-Scott (Australia), Team Dimension Data (Sudafrica), Team Katusha Alpecin (Svizzera), Team Lotto NL (Olanda), Team Sky (Gran Betagna), UAE Team Emirates (Emirati Arabi Uniti).

CICLISTI ASSENTI AL GIRO D’ITALIA 2017

I grandi assenti al 100° Giro d’Italia saranno purtroppo tanti ed importanti.

  • Fabio Aru, campione dell’Astana, si è purtroppo infortunato e non ha potuto prepararsi a dovere per questo Giro.
  • Chris Froome ha invece snobbato il Giro, preferendo il solito Tour de France (vinto in 3 delle ultime 4 edizioni).
  • Anche lo spagnolo Alberto Contador, neo capitano della Trek-Segafredo, ha preferito riposare in vista del Tour.
  • Infine mancherà pure il grande Esteban Chaves, che per la 1^ volta vuole affrontare il Tour de France.

QUOTE GIRO D’ITALIA 2017 (ANTEPOST)

  • Nel Pronostico Giro d’Italia, Quintana parte come detto favorito e la migliore quota come vincente Giro d’Italia 2017 si trova su Betfair (2.00).
  • Sul secondo posto delle preferenze troviamo il nostro mitico Squalo siciliano: la 3^ vittoria di Vincenzo Nibali è quotata fino a 8.00, ma solo su Bwin.
  • Al terzo gradino del podio “antepost” c’è invece l’impronunciabile Steven Kruijswijk, quotato a 9.00 da Bwin.
  • Salendo in doppia cifra, troviamo Landa, Mollema e Domoulin a quota 15 (Betfair), come Thomas e Pinot (Bet365).
  • Per gli outsider del pronostico Giro d’Italia 2017 segnaliamo invece tre sorprese: Zakarin è quotato a 23, van Garderen sale fino a 34 e Pozzovivo schizza fino a quota 67 (tutti su Betfair).
  • Infine 5 vittorie tanto italiane quanto impossibili: se Brambilla è quotato a 100 su Betflag, Visconti, Cunego ed Ulissi arrivano a quota 501 su Betfair…mentre il successo di Pirazzi è dato addirittura a quota mille su Bet365!!!

PRONOSTICI GIRO D’ITALIA 2017 

VINCENTE ANTEPOST:
Vincenzo Nibali (quota 8.00)
– Con 20€ si possono vincere 160€

…e buon Giro a tutti!

Tagged with:

Lascia un commento

Il sito non è aggiornato con alcuna periodicità e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile dei commenti pubblicati dagli utenti. Le immagini inserite sono tratte da Internet, quindi considerate di pubblico dominio.